Pulpito





Il pulpito, fatto costruire dall'abate Cocconio nei primi anni del '600, era collocato sopra la bussola della porta laterale sinistra (prima foto).
Nel 1932 Mons. Fontana, ritenendolo posizionato ad altezza eccessiva, lo spostò a destra della bussola sopra il suo confessionale (che ora si trova in Centro di Cultura) per essere più a contatto della gente (seconda foto); nella nicchia, realizzata al posto del pulpito, venne inserita la statua di S. Luigi.
Con i restauri realizzati negli anni '60 del '900 parte del pulpito viene posizionata a lato dell'altar Maggiore (terza foto), con lo schienale venne costruita una panca collocata in una delle sale del centro di cultura .
Nel 1999 viene posizionato dietro il pulpito l'originario schienale (quarta foto).



Come appariva in origine il pulpito

Analisi critica del pulpito a cura di Mons. Fernando Pilli


La seconda e quinta foto sono state tratte dal volume:

Chiappa B., SANTO STEFANO DI ISOLA DELLA SCALA, una parrocchia attraverso i tempi, pubblicato a cura della parrocchia di Isola della Scala, Verona 1979, pag. 32 e pag. 49.