Corte Campolongo

La corte dominicale Nogarola-Mocenigo si trova nella frazione Tarmassia in contrada Campolongo. Un disegno di Panfilo Piazzola del 1570 mostra la corte di Santo Venier disposta sulle falde del dosso di Campolongo e prospiciente la valle del Menago. Era allora costituita da quattro edifici separati, due dei quali in muratura e due con tetto di paglia, quello pi¨ grande era dotato di colombara. Nel 1653 la tenuta era intestata ad Alessandro Nogarola. Nel 1713 viene ceduta al patrizio veneto Alvise Mocenigo IV. Nel 1740 Alvise dichiarava di possedere nelle pertinenze di Campolongo e Tarmassia una possessione di C. 92 e una risaia de C. 157 con pila, casa, tezze e chiesa con giurisdizione d'acqua posta in Campolongo et alla CulÓ, la qual si lavora in casa. Si ricava Riso Bianco sacchi 117. E' dotata di Oratorio settecentesco dedicato a S. Agata.



La presente scheda Ŕ stata redatta avvalendosi del seguente testo:

Scola Gagliardi R., Le corti rurali tra Menago e Tregnon dal XV al XIX secolo, Banca Agricola Popolare di Cerea, Verona 1992, pag.146.