Iscrizione Funebre





Cippo funerario presente presso il cimitero di Isola della Scala

Dettaglio iscrizione

Riportiamo per intero una ricerca del Prof. Mario Modena apparsa su "La Voce del basso veronese" dell'ottobre 1985; trattasi di uno dei tanti contributi che il compianto professore ha realizzato per approfondire la conoscenza della nostra storia locale.

Quando venne pubblicato l'articolo, non si potè stabilire il periodo di erezione di questo cippo in quanto privo di data. Dopo alcune ricerche, abbiamo scoperto che si tratta del colonnello rumeno dell'esercito austro-ungarico David Urs de Margina (52° reggimento fanteria) nato a Margina, in Transilvania, il 1° aprile del 1816 e morto il 10 settembre 1897 a Sibiu. Fece costruire il cippo dopo la scomparsa della moglie Laura e della figlioletta Laura, morte entrambe nel 1860.





Atto di morte della moglie conservato presso l'Archivio Parrocchiale di Isola della Scala, reca l'anno 1860



In fondo all'articolo del Prof. Modena riportiamo la traduzione della scheda su questo personaggio che si trova nell'edizione rumena della libera enciclopedia Wikipedia all'indirizzo: http://ro.wikipedia.org/wiki/David_Urs_de_Margina







Entrando nel Cimitero di Isola della Scala si nota un grosso cippo funerario appoggiato al fianco laterale dell'antica chiesetta dei Frati. E' in pietra viva ed ha forma quadrangolare. La cosa che attira subito l'attenzione è una lunga epigrafe in latino che si legge su un lato di questo singolare monumento funebre. A detta del custode, nessuno finora è riuscito a decifrare tale iscrizione.
Invero la scarsa chiarezza dei caratteri, rosi dal tempo e dalle intemperie, la strana grafia delle parole in cui lettere maiuscole si alternano, senza nessun ordine, a quelle minuscole e infine la mancanza assoluta di una precisa datazione rendono molto difficile la interpretazione del testo. Se a ciò si aggiunge un latino piuttosto "barbarico" la sua traduzione crea non poche incertezze e difficoltà.
Dopo un paziente lavoro ho tentato, in un primo tempo, di decifrarne la scrittura e quindi di comprendere qualcosa del contenuto.
In sostanza si tratta di un sepolcro funebre che un nobile signore ha voluto innalzare in memoria della moglie, morta prematuramente in seguito ad un difficile parto. Il suo nome si trova in calce alla scritta. Si chiama DAVIDE URS de MARGINA e si fregia del titolo di Cavaliere dell'Ordine di Maria Teresa d'Asburgo.
Appare pure il nome della moglie: LAURA URS de MARGINA nata BASSIER originaria della città polacca di TARNOVIA (odierna Tarnow) nella Galizia, che a quel tempo doveva essere dominio asburgico.
Da una frase della scritta si deduce che la madre morì "in sinu complectens suam filiolam Lauram" cioè con la figlioletta in seno.
Comunque questo nobile signore (il cui strano nome "Urs de Margina" non ci aiuta molto a sapere di che nazionalità fosse!) rivela nell'epigrafe un tenero amore per la moglie di cui dà le date più significative della sua vita (senza però indicare l'anno! E ciò accresce le difficoltà).
Vi è diffusa inoltre in tutta l'iscrizione una triste nota melanconica ed un profondo senso di mestizia nel ricordo di questa madre e della sua creaturina, unite nel tragico destino della morte. Ma tale dolore è temperato da una grande fede e cristiana rassegnazione.
Restano però alcune frasi indecifrabili ed alcuni passi che danno adito a varie interpretazioni. Ne do il testo latino con una mia personale traduzione, riservandomi, in un secondo tempo, di far luce (se mi sarà possibile) sui molti interrogativi che presenta questo singolare monumento funebre.

TESTO LATINO

HIC PIE DOMINO REQUIESCIT
LAURA URS DE MARGINA NATA BASSIER
IN SINU COMPLECTENS SUAM FILIOLAM LAURAM
VITAE BREVIS INITIUM DUXIT 12 APRILIS
IN GALLICA CIVITATE TARNOVIA
AB ECCLESIA VERA ET SANCTA IN...
UNITA = 21 IANUARII
VOLUNTATE EIUS QUI CUNCTA DIRIGIT (?)
MATER ELECTA = 5 NOVEMBRIS
NON SPERATA MORTE FILIOLAE GAUDIO ET
CONSOLATIONE PRIVATA = 12 NOVEMBRIS
CADUCITATE RELICTA VOTA SUPREMI PETIIT (?)
25 NOVEMBRIS

+++++

HAEC SAXA
IN CONTESTATIONEM INTIMI DOLORIS
CURAVIT
DAVID URS DE MARGINA
CAES.......REG........CENTURIO
ET ORDINIS MARIAE THERESIAE EQUES



TRADUZIONE



Qui riposa piamente nel Signore
Laura Urs de Margina nata Bassier
portando in seno la sua figlioletta Laura.
Iniziò la sua breve vita il 12 aprile
nella città gallica di Tarnow.
Dalla Chiesa vera e santa venne unita (?)
il 21 Gennaio
Diventò madre per volontà di colui che tutto dirige il 5 Novembre
Venne privata della gioia e della consolazione della figliola il 12 Novembre
Lasciò questa vita per il Cielo il 25 Novembre

+++++

Questo sepolcro
a testimonianza del suo profondo dolore
pose
David Urs de Margina
Centurione di......
e Cavaliere dell'Ordine di Maria Teresa.


Mario Modena





Riportiamo ora la scheda su David Urs de Margina:



David Urs conosciuto come David Urs de Margina o de Marginea (nato probabilmente il 1° aprile 1816 a Margineni, e morto il 10 settembre 1897 a Sibiu) è stato un grande ufficiale (tenente) nelle truppe imperiali austriache. Frequenta la Scuola Primaria Guardie di Confine Reggimento di confine nel centro di insediamento a Orlat. Prosegue gli studi nella Scuola Superiore secondaria del II reggimento Rumeno di confine presso la cittadina di Nasaud.
Il 1° marzo del 1841 riceve il grado di sottotenente. Nel 1846 è addetto al capitano Philippovic, comandante della VII armata della città di Racovita. Nell'anno della rivoluzione 1848 gli viene assegnato il comando della VII armata di Racovita. Partecipa a numerose battaglie contro cittadini rivoltosi in zone di confine con l'Ungheria. Il 19 novembre del 1850 è trasferito nella 34° Fanteria Reggimentale a Kaschau (oggi Kosice) in Slovenia. Il 5 maggio del 1859 è promosso al grado di Maggiore, grado con il quale partecipa alla guerra Austro-Italo-Francese in veste di comandante di battaglione. Giunto in Italia, per il suo eroismo e prova di capacità nella battaglia di Solferino e Medole viene insignito dell'ordine di "Maria Teresa D'austria"; fu il primo rumeno a ricevere tale onorificenza. L'8 gennaio del 1860 riceve il titolo nobiliare di Barone. Il 1° febbraio 1860 è promosso al grado di vice-colonnello e trasferito in Transilvania al 64° Reggimento di Fanteria IR nella città di Deva. Il 16 giugno 1863 è promosso Colonnello. Il 20 aprile del 1866 riceve il comando dell'isola fortificata di Lissa, ritenuta strategica nella guerra Austro-Prussiana.
David Urs si distinse sempre per coraggio e capacità strategiche in ogni campo di battaglia. In vita finanziò le scuole militari di confine nelle città di Orlat e Nasaud. Nel testamento lasciò tutto il suo patrimonio alla chiesa rumena unita alla Chiesa Romana. Una delle clausole testamentarie prevedeva che 50.000 fiorini fossero destinati a un fondo dal quale il Metropolita di Alba Iulia e Fagaras potesse attingere per elargire borse di studio a ragazzi bisognosi figli di ex soldati di Reggimenti rumeni della città di Orlat. E' seppellito a Sibiu nel cimitero situato accanto alla prima chiesa greco-cattolica (attualmente occupata dagli ortodossi) vicino alla tomba del Generale George Barit.
Nel 1916, centenario della sua nascita, è stato festeggiato con l'arrivo delle truppe Unite Rumene in Transilvania. Successivamente, a causa della II guerra mondiale, i festeggiamenti non sono più stati ripetuti. Il 19 novembre del 1937 i sottufficiali del nuovo battaglione 3 delle guardie di confine della città di Fagaras hanno commemorato i 40 anni della sua morte. Fino al 1950 a Sibiu era presente una via a lui intitolata; successivamente l'amministrazione comunista considerando inopportuna tale intitolazione, le ha cambiato denominazione.

Tratto e tradotto dall'edizione rumena della libera enciclopedia Wikipedia all'indirizzo: http://ro.wikipedia.org/wiki/David_Urs_de_Margina