Stella cadente


Io la vidi, cadde fulgida,
Sparve al lago quasi in seno;
N turb del celo splendido
La caduta il bel sereno.

Anche a me cade gi trepida
Una lagrima dal ciglio
E del cor nel lago perdesi,
Dove nero lo scompiglio.

De la stella chi mai curasi?
La mia lagrima chi vede?
Perch'io piango, un raggio a l'anima
Di speranza forse riede?

Pianto e sangue dal cor stillano,
Stella lascia i firmamenti;
Ma n l'astro, n la lagrima
Han poter sopra gli eventi.

Garda, settembre 1917