Pasqua 1919



Perchè il sole risplenda e le campane
Liete annunziando l'inclito mistero,
Lancino a l'aria l'armonie lontane,
Di pace messaggere e perchè il fiero

Tumulto d'armi omai posi sedato,
Non io son lieta e non pace serena
A me siede nel cor, ma desolato
Regna contrasto e indefinibil pena...

Perchè, perchè? Qual mai tormentato arcano,
Quale lento morir l'anima assilla?
Ah, tutto che sognai, che amai fu in vano
E spenta è de la speme la favilla!

Perchè risplenda il sole ed un concento
Sacro di bronzi canti l'alleluia,
Non io son lieta, chè smarrirsi sento
Alma e pensiero in una notte buia.

Verona, 20 aprile 1919